Neon Genesis Evangelion

Fan Fiction di Vash de Stampeade

*******

UN AIUTO INASPETTATO

2 parte

All’esterno della base si era scatenata la battaglia; dalle nuvole soprastanti comparve una sfera luminosa che iniziò ad emettere fasci di luce che al contatto con il suolo esplodevano:

-Comandante, non riusciamo a contrastare l’attacco- urlò un ufficiale in mezzo alle esplosioni-la seconda e terza divisione ha subito gravi perdite e abbiamo molti feriti-

-Allora preparatevi a ripiegare sulla seconda linea difensiva- ordinò il generale.

Intanto nella base Misato impartiva gli ordini:

-Tutto il personale non militare si armi e attenda nei rispettivi settori assegnateli, gli EVA vengano posizionati nel Terminal Dogma a fianco della Lancia di Longinus. Situazione all’esterno?-chiese Misato

-Tutte le truppe sono impegnate, ma le perdite sono pesanti e non riescono a contrattaccare- rispose Makoto

-EVA in posizione di lancio, piloti a bordo- disse Maya

-I dati segnalano una forma di vita sconosciuta al interno della sfera- esordi Ritsuko- pare che usi un tipo sconosciuto di scariche i MAGI non sanno dare responso-

-Lanciate gli EVA nel Terminal Dogma e passatemi il generale delle forze di difesa- Misato

-Sono il generale McArthur. Non riusciamo a resistere chiediamo di ripiegare sulle seconde linee-chiese il generale

-Generale ripiegate fino alle seconde linee e cercate di resistere invieremmo rinforzi- rispose Misato e a collegamento chiuso- rinforzi? Ne avessimo- e si guardo intorno perplessa

-Shigeru, condizioni dei sistemi difensivi interni?- chiese Fuyutsuki

-Sono ancora intatti, ma non sappiamo se basteranno-rispose Shigeru

-Cosa facciamo adesso?- chiese Maya

-Ordinate ai vostri soldati di rifugiarsi nei tunnel di entrata della base e formare varie barricate con tutto quello che trovano armi, tavoli, veicoli, tutto da li fino al Terminal Dogma-esordi Simone appoggiato al muro in un angolo-e se non funziona……fate saltare tutto-rimasero sorpresi di questa strategia- bene, se ora permettete vado fuori a trattenere il nostro ospite- si girò e si avvio all’uscita

-Hai detto che non puoi competere con lui?- chieseMisato

Simone si girò e sorridendo:

-Bisogna provarci, buona fortuna, arrivederci- ed uscì.

L’ ascensore impiego 5 minuti per arrivare all’esterno Simone attraverso le porte e mentre si avvicinava alla zona degli scontri vedeva soldati che in prossimità dei tunnel d’ingresso iniziarono a costruire barricate; arrivato al "campo base" vi trovo il generale McArthur intento ad impartire ordini:

-Generale, sono un inviato del capitano Misato gli ordini sono di ripiegare non appena le barricate saranno ultimate-Simone dovette urlare per farsi sentire:

-Salve. Sfortunatamente non possiamo muoverci tutti o verremo annientati ho ordinato di far evacuare i feriti e poi ce ne andremo noi-rispose il generale

-Non preoccupatevi ci penso io-Simone

-Come?-Generale McArthur

-Andate non preocupatevi-

Il generale lo osservò e dovendo decidere tra la salvezza dei suoi uomini e la morte preferì la prima possibilità; in ordine di perdite le divisioni iniziarono a rientrare nei tunnel mentre le divisioni che ancora potevano coprivano le altre; 2 ore dopo il campo rimase libero dai soldati, a terra rimanevano solo rottami e resti di quella che era la città di Neo- Tokyo 3.

Simone era fermo su una dunetta artificiale formata un furgone rovesciato e dinanzi a lui la sfera illuminata a circa 50 metri; in quelle 2 ore era rimasta immobile senza aprire il fuoco, terminata la ritirata dei soldati, si appoggiò al terreno e iniziò a ridursi di dimensioni fino a quando al posto della sfera si intravide una persona: un uomo alto, capelli argento e una sorta di tutta spaziale; si guardò intorno e intravisto Simone gli sorrise e:

-Ciao Vash, come stai?-chiese l’ uomo

-Ehila Knives, lo sai che sei sempre lo stesso-rispose Simone- in questo mondo chiamami Simone-

-ahahahahah, sei sempre il solito, ma tu non eri stato convocato dal consiglio per discutere di quella missione che……-Knives

-Sei indietro quella missione è terminata, ma adesso dimmi che ci fai qui?- chiese Simone

-Mi hanno detto che qui c’è una arma per conquistare l’universo e io sono venuto a prenderla-Knives

-Bè, mi dispiace ma dovrai affrontarmi per averla-Simone

-Vash non oserai sfidarmi, sai bene che ho acquisito un potere enorme e che con la Longinus Lancea sarò invincibile, unisciti a me e insieme conquisteremo tutto-Knives

-La tua proposta mi aletta ma…….preferisco stare da questa parte della trincea e poi ho fatto una promessa-ripose Simone

Knives alzò lo sguardo come per ricordare:

-Ah parli del reverendo Wolfood, si dopo lo scontro con Legato qui in questo mondo a provato a fermare pure me ma mi risulta che sia rimasto ferito-Knives

Simone mostrò un sorriso teso che non nascondeva la rabbia e la voglia di scontrarsi:

-Okay Knives, allora vediamo chi avrà ragione del altro?- chiese Simone con tono ironico

-Okay Vash, iniziamo- rispoe Knives.

I due duellanti si lanciarono in due direzioni diverse e con movimenti fulminei afferrarono le rispettive pistole e iniziarono a spararsi addosso.

Nel ponte di commando osservavano la situazione con speciali telecamere esterne che davano sul campo di battaglia:

-accidenti sono veloci- esclamò Makoto

-forse si sono addestrati nello stesso posto-rispose Misato

-Cosa si fa? Potremmo inviare gli EVA ad aiutarlo?- chiese Shigeru

-no, sarebbe pericoloso lasciamoli nel Terminal Dogma al fianco della Lancia-rispose Ritsuko-i sensori rilevano qualcosa?-

-si, segnalano la presenza di due entità sconosciute all’esterno della base; ma vi è differenza: quel Knives è molto più forte i sensori segnalano che si sta trattenendo, mentre Simone combatte già al massimo delle sue forze-rispose Maya

-cosa succederebbe se sganciassimo le bombe N2 sul obbiettivo?- chiese Fuyutsuki

-Cosa? Ma oltre a distruggere il nemico anche Simone verrà coinvolto-esclamò Misato

-non è detto che funzioni- intervenne Ritsuko- Abbiamo davanti esseri con poteri soprannaturali simili agli Angeli, potrebbero sopravvivere, anzi direi che Knives sia avvantaggiato in questo mentre Simone, bè non saprei-

-Allora?- chiese Fuyutsuki- cosa facciamo?-

-Ehi, mi sentite? C’è qualcuno?- intervenne una voce dall’altoparlante

-questa voce..-disse Misato

Sulla base era comparso un piccolo chesna che era stato avvertito dello scontro all’esterno:

-sono Kajii. Vi sono sopravissuti? Ponte di commando mi ricevete?-

-Qui ponte di commando. Siamo sopravissuti tutti. Passo-disse Maya alla radio

-Ciao Maya. Mi dite che succede qui sopra vedo esplosioni, spari, ma che succede?-chiese Kajii

-Le spiegazioni a dopo! Potete atterrare sulla pista a nord delle rovine: non è daneggiata noi vi invieremo una squadra di recupero-rispose Fuyutsuki

-comandante. Ho qui una cosa da consegnare urgentemente, quindi, se non vi disturba io e il pilota abbiamo trovato un modo migliore per entrare nella base: l’entrata 5 nord.chiudo-Kajii

-Entrata 5 nord, ma…- esclamò sorpresa Misato

L’entrata nord era l’unica via d’accesso alla base controllata da circa 2.000 soldati e vari armamenti pesanti, furono sorpresi di ricevere l’ordine di sgomberare, all’inizio furono perplessi quella era un entrata primaria: portava direttamente al ponte di commando e al Central Dogma, ma quando videro il piccolo Chesna puntarli e avvicinarsi a tutta velocità capirono e spostarono i mezzi corazzati e le barricate.

-Ponte se non sopravviviamo recuperate la valigia. Ah, Misato ti amo-disse Kajii sorridendo e le comunicazioni si chiusero

-Kajiiiiiiiiiiiii……..-urlò Misato.

Il chesna penetrò nel tunnel, avendo pochi millimetri tra le ali e il muro mentre non era lo stesso per il tettuccio che grattava sul soffitto provocando scintille, e dopo circa 300 metri si fermò quasi capolvogendosi per la troppa velocità; per circa 5 minuti non si avvicinò nessuno poi i soldati si avvicinarono e videro la portiera saltare, cadere a fianco e uscire due uomini dalla carlinga sorridendo e scambiandosi pacche sulle spalle per l’ottimo atteraggio:

-Atteraggio perfetto-disse il pilota

-Gia- rispose Kajii, poi si volse verso i soldati- portatemi sul ponte di commando presto- e si avviarono mentre altri soldati spostavano la carcassa del aereo per posizionarlo come nuova barricata.

Nel Terminal Dogma gli EVA erano posizionati affianco alla Lancia e quando iniziarono a sentire le esplosioni capirono che la battaglia era inizata:

-Senti che botti, la fuori fanno sul serio- disse Shinji

-Ahhhhhhhhh, che noia, noi qui ad aspettare chissa cosa e loro fuori a combattere, mi annoio-rispose Asuka

-Questi sono gli ordini- disse Ayanami

-A Proposito, cosa avete combinato tu e quel ragazzo?- chiese Asuka con tono ironico ad Ayanami

-Niente perché?- rispose Ayanami

-Dai non vi abbiamo visto per un po di tempo e non vorrai negare il fatto che lo osservavi in continuazione-Asuka

-In realtà ero andata a fare un giro, ma qualcosa mi diceva di andare al Terminal Dogma e quando vi sono arrivata Simone era li seduto davanti alle Heaven Doors; appena mi ha vista si è alzato e mi ha chiesto di consegnarli la Lancia-rispose Ayanami-io gli ho risposto che solo la dott.ssa Akagi aveva la tessera d’accesso e di conseguenza ho dovuto chiamarla su richiesta di Simone, il resto lo sapete-

-Quindi non è …..-chiese Asuka

-Non oserebbe sfiorarmi-rispose Ayanami

Shinji passo da un’espressione divertita dal discorso ad un’espressione preoccupata per i rumori provenienti dall’esterno:

-Cosa starà succedendo di sopra?- chiese Shinji

-non saprei, le comunicazioni sono aperte ma per ora non vi sono messaggi per noi- rispose Asuka annoiata

-Ragazzi mi sentite?-esordì una voce dalla radio

-Sig.na Misato? Come state?- chiese Shinji

-Per ora resistiamo, Simone è uscito per scontrarsi con Knives e per ora gli tiene testa, voi rimanete li, mi raccomando. Chiudo-rispose Misato

-Ci sta provando come promesso-esclamò a voce bassa Ayanami

-Ayanami, non potresti usare i vostri poteri per sconfiggere quel essere?- chiese Shinji

-Al momento il potere mio e di Lilith non può competere con Knives, dobbiamo solo aspettare-rispose Ayanami

-Cosa che quello arrivi qui e ci spazzi via?-chiese Asuka con tono irritato

-Dimenticavo voi non lo avete sentito arrivare- rispose Ayanami con la solita calma che la caratterizzava dagli altri.

-Chi?-chiese Shinji

-Adam- rispose Ayanami.

Nel centro di commando si apri la porta del ascensore e uscì Kajii completamente stravolto con i vestiti e i capelli sgualciti, entò nella sala, si guardò in giro, davanti agli sguardi sorpresi dei presenti, intravide il tavolino su cui era la caffettiera, si avvicino la afferrò e tenendola in mano vi verso molto zucchero e lo bevete, successivamente tossi e girandosi verso gli altri:

-Mi piace il caffè molto zuccherato- disse Kajii sorridendo-veniamo a noi dove il vice-comandante Simone?-

-Chi?- chiese Fuyutsuki

-2 giorni fa mi ha chiamato il vice-comandante di questa base, un certo Simone che ha preso il suo posto dopo la sua promozione a comandante- rispose Kajji

-Ma…… io non ho vice-comandante- rispose Fuyutsuki

-Vuoi vedere che…..?-esordì Misato

-L’ha fatto apposta, perché?-chiese Makoto

-Credo che Simone abbia un piano, ma non capisco: ha chiamato Kajii e portato qui cosa?- chiese Ritsuko

-Ho portato questo- rispose Kajii e apri la valigietta che aveva in mano, doveva essere importante perché era ammanettata all’polso di Kajii, all’interno vi era un contenitore trasparente in cui vi era un liquido rosa in cui era immerso uno strano essere a forma di feto raggomitolato su se stesso:

-Questo è quello che rimane di colui ritrovato quel giorno, lui è Adam- disse Kajii

-Adam, il primo Angelo-Misato

-Come può essere secondo i rapporti l’ultimo campione fu utilizzato per creare gli EVA 05-13.-Ritsuko

-Ufficialmente è così, ma non ufficialmente la SEELE ha voluto risparmiare questo per…..-guardò tutti negli occhi- ve lo dirò se sopraviviamo, ci state?- chiese lui

Gli sguardi perplessi lo indussero a immaginare le risposte.

Un boato li fece trasalire li indusse a tornare ad osservare lo schermo:

-Maya, Shigeru, Makoto. Situazione?-chiese Fuyutsuki

-Aumento di energia all’interno del obbiettivo- urlò Shigeru

-l’analisi segnala energia a particelle antimateria per circa il 60% e per il 40% energia laser disgregante-disse Shigeru

-Cosa significa?-chiese Misato

-Qualsiasi cosa colpisca la disintegra-rispose Ritusuko

Qualche minuto prima all’esterno della base Knives e Simone si stavano scontrando alla pari, ma..:

-Ehi, Vash o in qualunque modo ti faccia chiamare! Ora si fa sul serio- urlo Knives

-Cosa intendi dire?- chiese Simone

Essendo a 50 metri uno dall’altro Simone vide il braccio di Knives trasformarsi e diventare una sorta di cannone alimentato da una strana fonte di energia:

-Hai visto Vash! La mia arma è puntata su di te per la prima volta, non volevo arrivare a questo-urlò Knives

-Knives non lo fare distruggerai questo pianeta se sparerai-Simone

-Stai calmo l’energia basta per distruggere te e questa base, il pianeta subirà solo dei danni lievi. Ma voi morirete!-Knives- vedo lo sguardo di chi si chiede perché questo odio, bene te lo dirò. Ricordi 100 anni fa quando eravamo nel deserto, soli e senza una meta, poi incontrammo quel uomo… si chiama Anno, Hideaki Anno te lo ricordi? ma si, fu il nostro maestro, tu hai proseguito l’addestramento ma io sono stato espulso sia dall’addestramento che dal mondo in cui eravamo-

-Ti cacciarono perché volevi usare i tuoi poteri per conquistarli invece di difenderli- Simone

-Cosa c’era di male se controlli l’universo non ci potrà essere caos e la nostra vita potrebbe essere tranquilla come persone normali-Knives

-Vita normale? Per te, ma per gli altri sarebbe solo sofferenza per causa tua. Smettiamola e rinuncia alla tua alleanza con il male puro-Simone

-Smetterla? No prima la vendetta e la conquista poi si vedrà-Knives

-Vendetta?- Simone

-Si vendetta contro quello che sei diventato un cavaliere Jedi, anzi non "un" ma "il" cavaliere Jedi per eccellenza e contro il consiglio dei jedi che tu servi, perché mi hanno tolto quello per cui ero destinato: il potere assoluto- e sorridendo-Adesso Vash, devo distruggerti, mi dispiace-Knives

"Accidenti ora si che vorrei avere un aiuto" pensò Simone

Intanto nel Terminal Dogma gli Eva erano a fianco della lancia, mentre i piloti erano usciti dalle rispettive entry-plug ed erano seduti ai piedi degli Eva:

-Uffaaaaa, mi annoio adesso chiamo Misato e mi faccio dire cosa sta succedendo- disse Asuka seccata

-Stai tranquilla, di sicuro se la staranno cavando se quel tizio non è ancora arrivato qui vuol dire che riescono a contrattaccarlo- disse Shinji con tono speranzoso- tu che ne pensi Ayanami-

-Cosa?- chiese Ayanami

-Cosa ne pensi?- chiese Shinji

-Di cosa?-Ayanami

-Della battaglia-disse Asuka innervosita

-In questo momento Simone è in pericolo, quel essere è più forte-rispose lei

-Allora che aspettiamo! Usciamo senza il permesso sono sicura che con l’EVA01 in berserk non potrà sconfiggerci-disse Asuka sorridendo pregustandosi la scena

Nel centro di commando:

-Cos’è quella cosa?-chiese Shigeru osservando la scena, ma questa volta attraverso una telecamera montata su un carello elettrico dai soldati

-Sembra una gigantesca arma,è quella che emana quella strana energia-disse Maya

-I Magi danno conferma e pare che si stia preparando a sparare-Makoto

-Dai sensori sarà una bordata leggera rispetto alla sua forza e..-disse Shigeru

-E va bene, fate uscire gli EVA dal condotto 13 alle spalle del obbiettivo con armamento pesante avremmo un po’ più di tempo-ordino Fuyutsuki

Il messaggio arrivò ad Asuka:

-Finalmente entriamo in azione, facciamoli vedere come si combatte veramente-

-Asuka aspetta..-urlò Shinji

Ma Asuka era già partita per l’ascensore 13:

-Ayanami presto andiamo-Shinji

E Ayanami si incammino dietro allo 01 e allo 02:

"Stiamo arrivando" pensò Ayanami, ma quello non era un pensiero.

-Vash, addio-urlò Knives all’esterno e puntò la sua arma su Simone, proprio sul viso, Knives sorrideva, il cannone iniziò ad illuminarsi e le ali scure che vi erano fuse nella parte posteriore del cannone iniziarono ad irrigidirsi:

"E’ la fine, almeno ci sono cavalieri Jedi che mi vendicheranno" penso Simone e chiuse gli occhi in attesa:

"stiamo arrivando resisti" non era un pensiero ma un messaggio:

"Ayanami" pensò e capi che stavano arrivando i rinforzi:

-Knives hai mai notato che sei lento- disse a denti stretti Simone

-come?- rispose Knives, vide il sorriso di Simone allargarsi e capi; Simone con la sua velocità afferrò la sua pistola, puntò e apri il fuoco; il proiettile rimbalzò a pochi metri da lui:

-Accidenti, un AT-field!- esclamò Simone

-Esatto, grazie ai poteri del Arcangelo Decaduto Lucifero con cui ho stipulato l’alleanza-rispose Knives

"Ed ora" pensò Simone "ci sono". Inizio a correre tra le macerie e sparì:

-Vash è inutile, ahahahahahah non puoi fuggire, ti troverooooooooo-urlò Knives

-Ecco l’ascensore 13- disse Asuka

-Adesso salirete, appena usciti localizzate l’obbiettivo e polverizzatelo con tutte le armi che avete e recuperate Simone- ordinò Misato

-Bene, andiamo-disse Shinji.

I 3 EVA salirono sul ascensore che li portò in superficie prima che la porta si aprisse sul campo di battaglia:

-Ehi, Shinji forza porta lo 01 in berserk-chiese Asuka

-Come? Veramente non so come si faccia-rispose Shinji

-Ehhhhhhhhhhhh, ma sei proprio stupido-Asuka

-Sarà lo 01 a decidere- esordi Ayanami- okay vado avanti io voi copritemi-

-Stai attenta-Shinji

-Tranquilli-Ayanami

-Pronti ad uscire- esclamò Misato alla radio-Evangelion LANCIO-

-Avanti vieni fuori- urlò Knives ridendo-non hai scampo-

-Io mi sto divertendo e tu?- chiese Simone da dietro una roccia, Knives lò localizzo e si avvicinò lentamente e a pochi metri balzò in avanti oltrepasso la roccia e si trovò davanti una scritta e un orecchino, la scritta diceva: SORRIDI; Knives alzò lo sguardo e si trovo davanti Simone a 1 metro con la pistola spianata:

-Come per gli EVA e gli Angeli anch’io ho svillupato un AT-field, anche se debole, ma bastante per oltrepassare il tuo. E adesso?-disse Simone

-Adesso? Che aspetti?-Knives

Simone tirò al indietro il tamburo della pistola, Knives lo guardava negli occhi per circa 30 secondi rimasero fermi fino a quando:

-Avanti sparali- urlò una voce da lontano Simone volse lo sguardo per un millesimo di secondo quanto bastò a Knives per spostarsi e puntare la pistola, nel frattempo tornata normale, alla testa di Simone che la abbassò scivando il colpo e gettandosi contro Knives, lo scontro a distanza con le armi diventò uno scontro corpo a corpo, tutti e due avevano perso le armi e lottavano per raggiungerle; Knives prese due destri di Simone in pieno volto e rispose piantando un calcio allo stomaco di Simone che si piegò, nel momento in cui Knives stava per infliggere un pugno dietro il collo di Simone quest’ultimo uni le mani e compiendo un giro su se stesso in verticale di 180 gradi colpi sotto il mento Knives che cadde all’indietro in una rupe provocata dalle esplosioni scomparendoci dentro;Simone si inginocchio davanti alla rupe:

"per ora è finita" pensò Simone

-Simone, siamo qui- Simone si girò e vide gli Eva fermi a 200 metri da lui; poco dopo Simone era seduto su una pietra e si stava facendo medicare da un dottore uscito apposta dalla base:

-Ci sei riuscito bravissimo-Disse Misato appena uscita dalla base

-Sei stato bravo, un pugno e via. Ma come hai fatto?- gli chiese Shigeru.

Erano tutti usciti dalla base e si stavano radunando intorno agli EVA alcuni tecnici ballavano per la felicità e i soldati sparavano qualche colpo in aria subito richiamati dai rispettivi ufficiali.

-Adesso non servirà la seconda parte del tuo piano-disse Ayanami

-Magari fosse così, l’ho solo tramortito, appena si riprenderà qui sarà il finimondo-rispose Simone

-Quindi?- chiese spaventata Maya

-Esatto-Simone

-Tutto il personale non adibito al ponte di commando nei rifugi, tutti gli altri con noi-ordinò Fuyutsuki

-E meglio se gli EVA tornino dentro- consigliò Kajii

Iniziarono tutti a rientrare nella base, i primi furono i civili, poi i tecnici ed infine gli EVA:

-Ayanami, perché ti sei fermata?- chiese Shinji

-Shinji, Asuka devo parlarvi- rispose Ayanami

-Forse è meglio che ci siano gli altri-disse Simone alla radio

Poco dopo erano nel Terminal Dogma, avevano mandato i soldati nei rifugi con i civili, solo i tecnici del ponte, Misato, Kajii,Ritusko, Fuyutsuki e gli EVA:

-Dov’è Simone?- chiese Asuka

-Qui- rispose lui

-Perché siamo qui?- chiese Ritsuko

-L’unico modo per sconfiggere un essere cosi bisogna contrastarlo con un essere simile se non più potente-disse Simone

-In che senso?- chiese Shinji

-Una fusione- esordì Ayanami-una fusione tra due Divinità in questo caso Adam e Lilith che risiede in me-

-Fusione tra Adam e Lilith- ringhiò Ritsuko- ma siete impazziti, provocherete il third Impact e in quel caso si che diremmo addio all’umanità-

-No. se vi è un catalizzatore- rispose Simone

-Catalizzatore?- chiese Fuyutsuki

-Qualcosa che contenga il potere che si scatenerà al momento della fusione e lo utilizzi per combattere-Shigeru

-Esatto- Ayanami

-Sarò io con lo 01 il catalizzatore- esordì Shinji

-Ah, no voglio essere io quel essere ha distrutto la nostra città e soprattutto i nostri splendidi giardini-Asuka

-Non potete-Simone

-Perche no?- Asuka

-I vostri EVA non resisterebbero allo sforzo. Sarò io-Simone

-Perché tu?- chiese Kajii

-Io sono uno Jedi, un essere superiore che sulla scala gerarchica delle divinità si trova dovunque dato che il mio compito è mantenere l’ordine nel universo. Con la presenza di Adam e Lilith sarò invincibile, ma come ho detto se qualcosa va male avete una scelta o la morte per mano di Knives o a causa del Third Impact. Cosa scegliete?-Simone

-Simone-Ayanami-Si è ripreso arriva-

La terra iniziò a tremare in superficie la terra si aprì e ne usci Knives nella sfera luminosa con la quale era comparso:

-Vash, adesso basta giocare sto arrivando-urlò Knives, puntò la sua arma verso il terreno e:

-Evil Arm massima potenza- il fascio luminoso iniziò ad aprirsi la strada verso la base fondendo le lastre di sicurezza con estrema facilita. Nel Terminal Dogma:

-messaggio dei MAGI un fascio di energia sta aprendo la strada attraverso le lastre: tempo di arrivo 2 minuti- urlò Maya

-Cosa si fa?-chiese Shinji

-Va bene- disse Fuyutsuki-Come comandante in capo di questa base ordinò l’evacuazione immediata-rivolgendosi a Simone- e a voi ogni mezzo per vincere, cosa vi serve?-

Simone si girò verso Kajii:

-Kajii, la valigietta con Adam-

Kajii gli passò la valigietta Simone la aprì, si senti percorrere da una strana sensazione, prese il contenitore trasparente:

-Voi andate ai rifugi-Simone-Ayanami rimani qui-

-Si-Ayanami

-Tempo stimato 1 minuto-Maya

-Andiamo forza-ordinò Misato ed uscirono tutti:

-State attenti-Shinji

-Non preoccuparti lo batteremo senz’altro. Arrivederci-Simone

Shinji girò il suo Eva ed usci dall’Terminal Dogma

-Shinji, Asuka lasciate qui gli EVA ed entrate-Misato

Lasciarono gli EVA fuori dal rifugio sperando di rivederli.

Nel Terminal Dogma Simone e Ayanami rimasero soli:

-Scusami Lilith ma devo- Simone si avvicino ad Ayanami le prese il colletto e gli sfilo parte della tuta lasciandoli scoperto il seno e l’addome, teneva in mano il contenitore che conteneva Adam lo porse ad Ayanami, lei prese le mani di Simone che tenevano Adam e le appoggio al petto, una luce iniziò a liberarsi dall’intreccio delle mani espandendosi per tutta la stanza coprendo i due ragazzi;Un esplosione sul soffitto sconvolse la stanza e si aprì un buco, dalla superficie Knives sorrideva entusiasta:

-Simone arrivo!Ma cosa….?-Knives

Un fascio di luce proveniente dalla voragine lo investi costringendolo a ripiegare di 1 km coprendosi il viso; quando li aprì vide la fonte della luce: una gigantesca voragine si apriva a forma di cono partendo dal Terminal Dogma alla superficie e al centro di essa Simone fermo con gli occhi chiusi e le braccia penzoloni sui fianchi in stato di concentrazione:

-Vash, finalmente ti sei deciso a tornare,ma mi sembri diverso?non importa, non mi potrai mai sconfiggere-Knives puntò la pistola, che puntualmente si trasformò nel cannone che lui chiamava "Evil Arm" su Simone:

-Vash, hai finito di fare il buono- lo disse sottovoce e sparò.

Nel rifugio 1 Misato e gli altri videro attraverso la telecamera fissa sui monti circostanti il fascio di luce che puntò su Simone:

-Lo sapevo ora lo spazza via- esordì Maya spaventata

-Spostati Simone-urlòMisato

Il fascio si avvicinò e colpì Simone in pieno:

-Siiiiiiiii, addio Vash e dopo di te il consiglio Jedi ahahahahahahahah-Knives

-Simone, nooooo,Ayanamiiiiiiiiiiiiii-urlò Shinji

-Lo sapevo è la fine- disse Ritsuko

-ahahahahahahahahahahahahah.. ma quello…..-Knives

-Guardate. E’ vivo.-urlò Maya

-Evviva- urlarono tutti

Simone era fermò nello stesso punto in cui era comparso immobile, sembrava non aver avuto danni. Dall’alto Knives si arrabbiò ancora di più, ripunto la sua arma su Simone:

-I MAGI segnalano un aumento di potenza.Allarme se colpirà la terra la distruggerà-urlò Makoto

-Ma cosa sta facendo Simone perché non si muove????????-urlò Asuka

Knives raccolse tutte le sue forze e il fascio che partì dal cannone era il triplo della precedente che puntò su Simone:

-Sei finito Vash-urlò Knives

Anche questo colpo colpì Simone in pieno; all inizio la sfera coprì Simone e a contatto con il terreno inizio a fonderlo, ma accade l’incredibile, la sfera non solo si fermò ma inizio ad avere un moto rotatorio orizzontale che tese a portare verso l’alto l’energia in essa contenuta, come un cono, fino nello spazio:

-Ma che succede?- si chiese Knives

Dal rifugio tutti guardarono allibiti la scena sembrava che qualcuno girasse al centro della sfera per disperderla:

-Il satellite segnala dispersione energetica nello spazio- disse Makoto

-Ho capito. Sta disperdendo l’energia di quel arma nello spazio- disse Ritusko

In superficie Knives guardava sbalordito il cono di energia che lentamente si dissolveva e al evento che si manifestò davanti a lui; due ali luminose si fecero strada all’interno del cono verso lo spazio, dal satellite il gruppo potè vedere le ali arrivare nello spazio ed aprirsi coprendo meta del globo:

-Ci è riuscito sta controllando la forza degli Angeli-esclamò Misato

-Allarme cedimenti strutturali nel Central Dogma. Evacuare immediatamente la base-esclamò una voce dagli altoparlanti

-Queste esplosioni hanno indebolito le strutture portanti- Shigeru

-D’accordo. A tutto il personale evacuare la base portarsi il più lontano possibile dal campo di battaglia. Consigliamo la porta 5 nord-urlò Maya nel microfono e il messaggio si sentì in tutta la base; In quel momento il soffitto iniziò a crollare pezzo dopo pezzo, il gruppo rintanato nei rifugi si diresse agli ascensori di emergenza che in 5 minuti li portarono in superficie; a dispetto degli altri fuggitivi loro si trovarono in cima ai monti che davano sulla città e si fermarono a vedere l’evolversi degli eventi; dalla cima vedevano come Knives interuppè il suo attacco e aspettava che Simone si muovesse.

-Incredibile, ci sei riuscito avverto in te una grande forza, ti sei fuso con altre divinità vero?- chiese Knives

Simone non rispose.

-Allora, cosa possiamo fare? Ci sono colpo secco. Ci Stai?-Knives

Simone non rispose.

Knives si morse il labbro in segno di nervosismo e attirato da alcuni riflessi sulla collina vide il gruppo e:

-Vash, adesso spazzerò via i tuoi amici, fermami?-Knives si alzò da terra e immediatamente Misato e gli altri se lo videro a poco più di 100 metri:

-Vash, non vuole combattere per via della vostra presenza, quindi, lo libero da questo gap eliminando voi. Addio-Gli puntò la Evil Arm addosso e sparò; il gruppo scomparve nel fascio di luce emesso:

-Ahahahahahahahahahah, adesso come la metti Vash?- e si girò-Ma…. Dove sei?- si rigirò e vide davanti a se una barriera:

-AT-Field?- disse Knives sorpreso

Al di là della barriera vi era il gruppo che sorpreso dall attacco di Knives rimase immobile, ma al momento dello sparò Simone si era mosso velocemente si era parato tra il gruppo e il fascio di energia deviandolo:

-Knives. Io non sono Simone, ma l’essere supremo che ti sconfiggerà preparati- disse Simone con tono di voce alto, si girò al gruppo:

-Andate al riparo-

-Quale riparo?- chiese Misato

-Questa montagna va benissimo-Simone si girò:

-Knives, colpo secco o io o tu.Ci stai?-Simone

-Non aspetto nient’altro-Knives e si diressero al centro della valle;Simone a nord e Knives a sud a 500 metri di distanza l’uno dall’altro:

-Spiana le tue armi Vash-Knives

Simone alzò il suo braccio destro e illuminatosi si trasformò anch’esso in una specie di cannone, "a particelle" secondo Maya,di colore bianco:

-Questa è la Angel Arm creata per affrontare il male e sconfiggerlo- Disse Simone sorridendo, sul altro versante fu la stessa cosa per Knives:

-Non potrai sconfiggere la EvilArm e il potere che la alimenta-Knives

I due si puntarono le due armi addosso che puntualmente iniziarono a brillare, segno di carica, la Angel Arm di bianco e la Evil Arm di nero:

-Guardate. Ci siamo- disse Makoto

-Il più forte avrà la meglio-Fuyutsuki

-Maya. i MAGI cosa dicono- Ritsuko

-Ho dimentciato il portatile nel rifugio- disse Maya imbarazzata

-Non importa ci siamo- disse Kajii

-Vash come dici sempre tu: SALUTIIIIIIIIIIIII-disse Knives e aprì il fuoco;inizialmente Simone non rispose, ma quando il fascio di luce si trovò sopra il centro della valle Simone rispose con fascio altrettanto potente:

-Vash, hai fatto male i tuoi calcoli, vedi io ho risparmiato forze ed ora vedrai- disse Knives e aumento il fascio ingrandendo la sfera energetica, formatasi al centro per il contatto dei due fasci, con un vantaggio per Knives:

-Forza Ayanami, Simone ho qualunque cosa siate-Urlò Asuka

-Sto vincendo Vash ahahahah-Knives

-Sicuro Knives-chiese Simone

-Cosa?-Knives

-Tu non puoi battermi, non ne hai il potere-Simone

-Potere. Guarda il mio fascio e più potente ti sto sopraffacendo Vash-Knives

-Solo perché volevo pensare alle conseguenze del gesto che sto per compiere, ho voluto lasciarti fare, ma ora… tocca a me-Simone accentuò di colpo il l’energia della sua arma, il fascio e la sfera si ingrandirono ancora di più fino a quando quest’ultima non iniziò ad avanzare verso Knives:

-No. Non può essere? Io sono diventato una divinità non posso essere sconfitto-Knives

-Invece e così. Tu pensi che il nostro potere sia dato dalle divinità con cui ci fondiamo? No la verità e diversa, questo è il potere di noi stessi nascosto in noi, nel nostro animo, Ayanami mi ha gentilmente prestato il suo come Lilith e Adam e questo il potere che ti sta sconfiggendo perché tu ti sei alleato con chi questo potere non lo avrà mai-rispose Simone con tono quasi compassionevole:

-Potere in noi stessi, qual è questo potere:l Amore?-chiese Knives al limite delle sue forze

-No. La volontà di vivere che risiede in noi e quello il potere vero delle persone, il potere di esistere, di amare, di pensare e soprattutto la voglia di essere liberi, questi elementi formano la volontà di vivere e tu questi elementi non li hai-Simone

-Allora Vash- rispose Knives- vivi anche per me e soffri-sorridendo-ci vediamo Vash de Stampeade-Knives interuppè il fascio di energia e la sfera lo investì in pieno inghiottendolo e successivamente esplodere, ma verso l’alto nel cielo in un bagliore che acceco Misato e gli altri:

-Aiuto sono cieca- urlò Asuka

-Cosa succede?- chiese Maya

Improvvisamente il bagliore sparì e riacquistata la vista, temporaneamente persa, si voltarono a guardare sul campo di battaglia; al centro vi era Simone con il braccio tornato normale visibilmente provato ed immobile:

-C’è l’ha fattaaaaaaaaaa…YAHOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!-urlò Asuka

-Siamo salvi- disse fuyutsuki sul orlo di un infarto-chiederò subito la pensione-

-Congratulazioni. C’è l’hanno fatta-Misato

-Gia-disse Kajii a fianco a lei e si abbracciarono.

Makoto e Shigeru si strinsero la mano per aver superato anche quella battaglia; Ritsuko tiro un sospiro di sollievo e mise mano ad una sigaretta; Maya sorrideva felice; Asuka afferrò per il collo Shinji e lo abbracciò cosi forte che lo fece diventare viola; al centro della valle Simone era fermo:

-Ayanami. Vittoria-disse Simone

"congratulazioni" disse una voce dentro di se

-no congratulazioni a Voi. Grazie-Simone e si diresse verso gli altri; Atterrò davanti ai loro visi sorridenti:

-Contenti?- chiese Simone

-Si-rispose Misato-E adesso?-

-La divisione-Simone

-Potete…dividervi?- chiese Maya

-Si, ma vi è un altro problema-Simone

-Ancora mostri- chiese Shinji

-Ho sconfitto Knives, ma la forza che lo dominava è ancora qui- disse Simone

Asuka si senti raggelare il sangue, come tutti del resto:

-Cosa si fa?-Kajii

-E’ gia qui- Simone si girarono e uno spostamento d’aria li catapulto a distanza, Simone aveva saltato sapeva che era lui il bersaglio, ma appena vide che era semplice aria capì l’errore si girò verso la fonte del attacco e fu trafitto alla spalla da una piccola lancia che scomparve subito e franando al suolo si lamentò del colpo.

-Tu sei Vash giusto?- chiese una voce

Simone alzò la testa:

-Tu! Hai preso le sembianze di Knives-Simone

-Gia-

Misato e Kajii si erano alzati per primi, poi Shinji, Makoto e di seguito gli altri:

-Knives. E’ ancora vivo?-chiese spaventata Maya

-No e peggio- rispose Simone a terra e ferito-Questo è l’Arcangelo decaduto Lucifero. Ha preso il corpo di Knives-

-Piacere di conoscervi, ho visto la battaglia e ho approfittato del momento di relax per colpire- si abbassò su Simone-allora, piaciuto la mia strategia?-

-Appena mi riprendo ti anniento-disse Simone arrabbiato

-No,no,no vedi la lancia con cui ti ho colpito rende passivo ogni tipo di potere divino, quindi tu sei un semplice essere umano fuso con divinità, come posso dire, disattivate-Knives(Lucifero)

-Bastardo-esclamarono Misato e Kajii estrassero le pistole e spararono, i proiettili si frantumarono sul AT-Field:

-Ehi, Vash ti sei alleato con dei deboli- si rialzò e puntò su di loro, a quel punto chiunque avesse una pistola iniziò a sparare:

-Allontanateviiiiiiiiii!-urlò Simone

-E’ inutile-Knives(Lucifero)- vi spazzerò via-

-Fermoooooo- urlò Simone e dolorante si alzò e imbracciata la pistola trasformò il braccio nel "Angel Arm" e puntò su Knives(Lucifero):

-Per battere il male ho giurato di essere pronto ad annientare l’universo se è necessario-Simone ormai allo stremo tanto da dover piegarsi in avanti e tenere l’arma con il braccio sinistro:

-Vash sei ferito, stanco e i vostri poteri congiunti inattivi, cosa speri di fare?-Knives(Lucifero)

-Hai sentito cosa ho detto a Knives?- Simone

-Ahhh il potere in ognuno di noi. E’ allora?-

-Ecco se una persona vuole vivere quel potere è inimaginabile-Simone

Knives(Lucifero) capi:

-Ah..- fu l’unica cosa che disse prima di essere investito da un fascio di luce che si spense subito, ma che lascio una grossa scia di fumo:

-Fuggite adessooooo!!!!!- urlò Simone e Kajii prese per mano Misato e Ritsuko:

-Andiamo adesso o moriremo, Asuka, Shinji ragazzi dai-

Tutti si raggruparono ed iniziarono a fuggire, Simone era rimasto solo e ormai sfinito si lasciò cadere a terra:

-Almeno forse sopravviveranno- disse a voce bassa

-sicuro-

Simone alzò solo la testa e vide Lucifero in piedi leggermente intontito e arrabbiato:

-Pensi che li lasci andare, tsè. Ora gli darò altri 5 secondi poi li raggiungo e li ammazzo tutti-Knives(Lucifero)

-No forza ammazza me era quello che volevi?-Simone

-Per ora no sei alla mia mercè, non puoi muoverti, hai perso i tuoi poteri, ho deciso di lasciarti vivere altri 5 minuti ed intanto che aspetto ucciderò i tuoi amici, ops ho aspettato troppo vado. A dopo-Si girò e si allontanò.

Simone rimase solo sdraiato ad osservare il cielo:

-Non volevo che finisse così, ero venuto qui solo per tenere d’occhio ma mi sono lasciato prendere la mano, in fondo io sono fatto cosi, ma adesso è proprio finita-Simone chiuse gli occhi per riposare:

-Chi sei?- nel buio era comparsa una luce e poi una donna bellissima, assomigliava ad Ayanami però aveva un età maggiore ed una voce bellissima:

-Sono colei che risiede nell’unità EVA 01 ed aiuta il proprio figlio a sopravvivere. Sono Yui Ikari-

-La madre di Shinji!-Simone

-Si, sono io-Yui

-Può aiutarmi?-Simone

-Certo. Ma avrai bisogno di Ayanami-Yui

-Eccomi- una voce da dietro Simone nel sogno si girò e vide Ayanami con in mano una Lancia:

-Ma quella è La Longinus Lancea- esclamò Simone

-Si con essa potrai sconfiggere il male per sempre-Ayanami

-Come posso invocarla?- chiese Simone

-In te vi sono le divinità ad essa collegate, invocala e loro faranno da tramite tra lei e voi-Yui

Simone si girò e Ayanami gli porse la Lancia, Simone la prese e..

-La Lancia di Longinus-

Simone aveva aperto di colpo gli occhi e raccolte le forze, le ultime, si alzò e si diresse verso il Terminal Dogma:

-Loro sono dall’altra parte-disse Simone

"non preoccuparti ci penseranno gli altri"rispose una voce dentro lui:

-Altri chi?-Simone

Knives(Lucifero) aveva bloccato il gruppo e li bombardava:

-ormai siete senza via di scampo-Knives

-Dannato- disse Kajii- Misato, makoto, Shigeru avete munizioni?-

-No- risposero loro

-Nascondiamoci qui sotto queste roccie- Ritsuko. Si nascosero ed aspettarono; d’un tratto dei passi:

-E’ inutile! Io posso avvertire le vostre presenze e quindi so dove siete-Knives-ah, trovati!-

Allungò una mano e la roccia sotto cui erano nascosti iniziò ad alzarsi:

-Non mi sfuggirete-Knives

-Sparate appena potete- urlo Kajii

Knives puntò la mano su di loro e si illuminò, ma prima che potesse sparare una manata lo scaraventò ai margini della valle provocando il crollo di una parte della montagna sovrastante; Il gruppo si girò verso la direzione della mano:

-L’unita EVA 01-disse Maya

-E’ venuta ad aiutarci- rispose Makoto

L’ unità 01 era ferma in piedi davanti a loro e per quanto fosse pericolosa in berserk erano ai suoi piedi contenti, lei li guardava dal alto ed emmetteva strani ruggiti come per dire "chi sono questi?", un rumore li riportò alla realtà Knives si era rialzato e si avvicinava velocemente:

-Avete fatto arrivare uno dei vostri robot? Bene allora vorrà dire che prima sistemo questo e poi verrò da voi-Knives si fermò davanti allo 01 lo guardò e trattenendo il respiro e concentrandosi si trasformò anch’esso in un EVA, a dispetto di Legato che copiò lo 01 Knives si trasformò simile allo 03, e puntò sullo 01; lo 01 sentendosi attaccato rispose all’attacco ed iniziò una altra battaglia.

Nella base Simone aveva raggiunto il Terminal Dogma, varcò le Heaven Doors e arrivò davanti alla Lancia:

-Siamo arrivati e adesso?- chiese Simone a se stesso

"afferra la Lancia e riacquisterai tutte le forze" rispose la voce dentro di se

-Ayanami spero che tu abbia ragione… bene proviamo- ma appena Simone avvicinò la mano alla Lancia fu scaraventato a terra da una forte scossa elettrica:

-Accidenti, ancora a terra- disse Simone- adesso non riesco più ad alzarmi, scusami ma non c’è la faccio più!-

"Allora lascia fare a me"

-Come?- Simone

Di colpo si trovò in piedi e si rese conto che quella forza non era sua:

-che strana sensazione-Simone

"Ora afferra la Lancia"Ayanami

-Cosa?? Hai visto cosa è successo?-Simone

"Tranquillo, è accaduto perché non ti ha riconosciuto come divinità, ma adesso si lascerà afferrare"

-Va bene uffff, avanti-Simone

"coraggio"

Simone afferò la Lancia nella parte inferiore e la attirò a sé, la Lancia si lasciò prendere e mentre si allontanava dal suo "rifugio" si ridusse fino a quando Simone non la impugnò nel palmo e la fece roteare:

-Adesso si che sto bene, le forze sono tornate, i nostri poteri sono al massimo, ora torniamo su e chiudiamo il problema- si girò verso la porta e iniziò a correre con in mano la Lancia.

In superficie la battaglia si era inasprita; l’unità 01 attaccò Knives con estrema ferocia afferrandolo per un braccio e lo scaraventò per terra piazzandoli al volo un calcio in pieno viso; Knives di risposta si alzò prontamente e iniziò a colpire lo 01 con una serie di pugni al volto e allo stomaco, lo 01 si chinò per i colpi subiti, Knives lo afferrò per la testa e per una spalla poi iniziò a stringere il cranio rompendo il "casco" protettivo:

-Lo 01 non è cosi solido-Knives

Lo 01 si libero tirando un forte calcio a piedi uniti nelle "parti sensibili" Knives si piegò in due per il dolore e lo 01 si allontanò con il "casco" ormai staccato dalla testa, raggiunta una distanza di sicurezza si girò e grazie alla capacità rigenerativa il "casco" tornò al suo posto:

-Dannato…… ah, adesso.. ti .. ridurrò a pezzi-disse Knives infuriato ancora di più:

-Come hai osato?-Knives; di risposta lo 01 sembrò sorridere

-ridi?adesso ti sistemo-Knives si lanciò in avanti lo 01 pure, si presero le mani ed iniziarono una gara di forza che durò per alcuni minuti fino a quando lo 01 non estrasse il Pront Knight , e liberatosi, tentò di colpire Knives al collo:

-Si passa alle armi, eh?- Knives estrasse il suo pugnale dalla gamba, i due EVA si guardavano intensamente nel tentativo di dare il colpo giusto; dal basso il gruppo osservava la scena:

-Cerchiamo dei lanciamissili almeno aiutiamo lo 01-disse Asuka

-Purtroppo li abbiamo utilizzati per creare le barricate-rispose Fuyutsuki

-Vado a prendere lo 02 ed entro in azione-Asuka

-No lo 02 non è in grado di combattere e se tu rimanessi ferita lo 02 non può entrare in stato di berserk-Misato

-Accidenti, non voglio stare qui per morire-Asuka

-Okay, andiamocene- Kajii

-la strada più veloce è a ovest-Shigeru-almeno potremmo andare nel entroterra, li vi sono grotte in cui avrà difficoltà a trovarci-

-Lo 01 è in difficoltà-Makoto

Nella valle i due Eva si scontravano ancora più ferocemente, ma si notava come Knives era più forte e schivando un fendente dello 01 rispose pugnalandolo all’altezza dello sterno, lo 01 si piegò e Knives lo colpì alla base del collo e con uno strattone verso l’alto gli staccò parte della spina dorsale e la sezione in cui risiede la batteria interna e forse l’elemento S4, senza la sua batteria lo 01 cade al suolo inattivo, Knives era in piedi li vicino e sorrise:

-Ora tocca sul serio a voi-Knives

E tornò alle sue originali dimensioni

-L’unità 01 non è possibile-Maya

-E’ la conferma che l’elemento S4 risiede nella batteria interna-Ritsuko

-Non importa. Adesso?-Fuyutsuki

-E’ la fine- Shinji

Knives era sopra di loro:

-Adesso e’ veramente la vostra fine-

li puntò

alcuni di loro chiusero gli occhi per non vedere.

Altri lo guardavano per l’orgoglio di averci provato.

Il palmo della mano di Knives si illuminò.

Knives sorrideva

-E’ la terza volta se non di più che li punti e ancora loro sono vivi- una voce da dietro Knives si girò e questa volta fu lui trafitto da una piccola lancia energetica:

-Il debito è pagato-Simone era in piedi con la Lancia di Longinus in mano-allora? Invece di fare ancora danni seguimi-

-Perché dovrei seguirti?-Knives

-Colpo secco. Tu o io-Simone

-Decidi dove morire Vash-Knives

Simone si girò seguito da Knives si diresse ancora sulla base:

-Il cono provocato dalle successive esplosioni modificheranno il movimento dell’onda d’urto che si creerà, in questo modo i danni al pianeta saranno minimi quasi inesistenti –Simone

-Niente parole. Fatti-Knives

Simone rispose con un semplice movimento del collo.

Il gruppo adesso era a circa 2km dalla base e osservavano dalla cima di un altro monte la scena.

-Avanti-Knives alzò il braccio che si trasormò nel Evil Arm, stessa cosa Simone con la sua Angel Arm; si puntarono:

-Muori-Knives

E apri il fuoco.

Simone rispose e i due fasci di luce si scontrarono ancora una volta al centro della valle provocando una sorta di terremoto:

-Siamo alla pari, e adesso?- Simone

"Abbiamo una carta in più"

-E’ vero- rispose Simone si guardò la mano sinistra in cui teneva la Lancia

-Knives non se ne è accorto, era troppo infuriato per guardare le mie mani-Simone

-Allora? Vash-Knives- sei pronto a morire?-

-Piantala di affermare quello che non puoi prommettere-Simone

-ahahahahahah,cosa intendi che sei più forte di me?-Knives

-Se tu vedessi cosa ho in mano-Simone

-Cosa?- Knives interrupe l’attacco e anche Simone, dissolta la nube elettrica Simone alzò il braccio con la Lancia:

-Guarda ho in mano la Lancia, posso ucciderti quando voglio-Simone

-Lasai usare?- Knives

-No. Pero ti ha già localizzato come nemico e aspetta solo l’attacco finale-Simone

-Finale? No ora ci divertiamo-Knives

-Sono stanco di combattere facciamola finita-Simone

-Come vuoi tu-Knives si alzò in volo si posizionò sopra Simone e lò punto:

-Vash addio-Knives

-Come no-Simone

Knives aprì il fuoco con tutta la sua forza, ma Simone inizialmente non rsipose,anzì alzò il braccio con la Lancia prese la mira:

-E’ la tua fine Knives!- urlò Simone e scaravento la Lancia contro il fascio di Knives. Vi entrò e sbucò dalla parte inversa puntando su Knives; Knives la vidè al ultimo momento:

-NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO-Knives fu colpito in pieno petto dalla Lancia che iniziò ad illuminarsi:

-Vash…… maled…et..t.o…..ma non..finisce.qui….il….male ci sarà……. Sempre… con me o senza di me……..-Knives si dissolse nel aria come polvere al suo posto una nube scura che si dissolse in seguito senza lasciare traccia:

-Vittoria!- disse Simone a bassa voce

"Congratulazione"

-No. Congratulazioni a voi. Grazie-Simone

Appena Simone riprese in mano la Lancia che nel frattempo era ritornata si sedette e aspettò gli altri che stavano giungendo:

-Chiederò una vacanza-Simone

" te la devono"

-già- e sorrise

-Questa volta è finita?-chiese Misato in lontananza

-Si- Simone

-Finalmente-

Più tardi erano tutti li, i gruppi che erano scappati nelle valli circostanti, e loro che guardavano quello che rimaneva della base:Niente.

-Sarà dura ricostruirla?-Maya

-Non credo che le Nazioni Unite ci finanzieranno la ricostruzione-Fuyutsuki

-C’è ancora il secondo sito di sperimentazione, quello andrà bene-Shigeru

-Si dovremmo adattarlo a rispondere a certe esigenze: il personale, lo spazio per gli Eva, quando saranno riparati, e il trasferimento dei MAGI. Un mese circa-Makoto

Intanto che i tecnici si riunirono per organizzarsi Simone era seduto qualche centinaio di metri più in là:

-La divisione è facile, sarà dolorosa più per me che per te ma ne vale la pena-Simone

"perché?"

-Tu sei di questo mondo come Adam e Lilith qui con noi, mi sembra giusto che tu rimanga qui per difenderlo-Simone

"Cosa intendi?"

-Non fidatevi della SEELE, ora sono tranquilli ma in futuro è meglio che li teniate d’occhio-Simone

"Se saremmo nei guai tornerai?"

-Si in fondo voi siete nel mio raggio di "azione", quindi se succede qualcosa sarò qui in un battibaleno-

"Va bene"

-Andiamo- si alzò e raggiunse gli altri

-Adesso ve ne andrete?- chiese Shinji

-Andrò vorrai dire-Simone

-Ho detto al plurale perche..-Shinji

-No problem, vi ho detto che come vi è una fusione vi è anche una divisione-Simone

-Cosa serve?-chiese Misato

-Dov’è la Lancia di Longinus?-Simone

-Misato fece segno di guardare in alto, la Lancia era sospesa a circa 50 metri dal suolo:

-Dai vieni qui-Simone

La Lancia caddè nel palmo di Simone, lui la guardò e la passò a Kajii che rimase sorpreso:

-Tranquillo il suo potere per un po’ sarà al minimo-Simone

-ah-rispose Kajii

-Ora mi colpisca-chiese Simone

-Cosa?- chiese sorpreso Kajii

-Simone ti ucciderà-Maya

-no dividerà le divinità in me contenute senza uccidere me e loro-Simone

-ma..-Kajii

-Forza lei non si preoccupi mi farà male ma.. dopo quello che ho subito ci sono abituato-Simone

-Sicuro?-chiese Asuka

-Tranquilli tra qualche secondo Ayanami sarà ancora qui- disse Simone rivolgendosi ai ragazzi

-Allontanatevi-Kajji

Tutti si allontanarono

-L’appoggierò e poi spingerò-Kajii

-Coraggio- disse Simone sorridendo

Kajii appoggiò la Lancia di Longinus sul petto di Simone e con un colpo secco lo trafisse; ci fu un bagliore immenso che coprì tutto il globo per poi dissolversi lentamente, alla fine Kajii che riaperti gli occhi vide da una parte Simone a terra tramortito e dall’altra Ayanami sorridente, con sulle spalle due ali di luce che si dissolsero subito:

-Salve signor Kajii-Ayanami

-Salve a te Ayanami-Kajii

-Lo sapevo che faceva male ma non così tanto-disse Simone che si rialzò un po’ dondolante-Si dovrò chiedere una vacanza molto molto lunga-

-Qui c’è posto a volontà- disse da dietro Misato

-Bene. Allora verrò qui-Simone

Erano tutti stanchi e aspettavano il tramonto:

-Da qui sarà fantastico- disse emozionata Asuka che prese per il braccio Shinji e non si staccò più

-Ehmm, si hai ragione-Shinji

-Se volete vi lasciamo soli-Sbottono Kajji e tutti risero

Asuka e Shinji arrossirono

Mentre tutti erano occupati a ridere e a scherzare Simone e Ayanami erano seduti un po più in là:

-Grazie-Ayanami

-Di cosa?-Simone

-Ci hai salvati-Ayanami

-Dovere-Simone

-Adesso?- Ayanami

-Riparto-Simone

-Ti aspetteremmo-Ayanami

SBANG!!!!!!

Tutti si girarono verso l’origine del suono:

-Ma bene Vash, sempre a provarci con tutte ehh?- era un uomo sui 30 anni circa vestito di scuro e portava sul colletto i "distintivi" dei preti e con un braccio ingessato e attaccato al collo con un fascia

-Reverendo Wolfood? Cosa ci fai qui?- chiese Simone

-Nahh,Ero venuto ad aiutarti ma vedo che hai già finito-Reverendo

-Già ma è stata dura-Simone

-Leggerò il tuo rapporto-Reverendo

-A proposito qui mi chiamo Simone-

-Ah già scusa-Reverendo

-Salve si ricorda di noi-Asuka

-Come potrei dimenticare coloro che hanno sconfitto Legato, ma siete in tre, gli altri?-Reverendo

-Sono tornati a casa, una vita stressante per loro, adesso vivono aiutando gli altri-Shinji

-Che gesto nobile-Reverendo- bene sono venuto per aiutarvi ma il lavoro è finito quindi il mio compito è di riportarti a casa Simone-Reverendo

-No. Prima mi prendo una vacazanza e poi si vedrà-Simone

-Devi dirlo al consiglio-Reverendo

-Acc….-Simone-va bene andiamo-

-Noi ti aspettiamo-disse Ayanami

-Tornerò subito. Domani al massimo. Ciao a tutti-Simone

Appoggiò una mano sulla spalla del reverendo:

-Secondo te mi daranno un aumento dopo quello che ho fatto?-Simone

-Chiedilo al tuo responsabile-Reverendo

-Allora è inutile-Simone

Si allontanarono verso il tramonto e arrivati all’orizzonte Simone si fermò e alzò una mano in segno di saluto si rigirò e lui e il reverendo sparirono nella luce del sole che tramontava.

Torna alla PRIMA PARTE

Vai all'EPILOGO



Copyright© Max 2002. All rights reserved ®
Il copyright di questa fan fiction è di Vash de Stampeade.