IL MISTERO DELLA PIETRA AZZURRA

Nadia & La Realtà!
- Parte 12 -

Dodicesima Parte

La birra del leone - La NeoAtlantide ed il Nazismo - Adamski - La stella Algol - La pietra azzurra e le macchine - L'aria è più leggera dell'acqua - Bacone e la Nuova Atlantide

Vai alla parte 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13
Torna all'indice della sezione

 

La birra del leone:

No, no parleremo di King e della sua lotta contro il proibizionismo... In italiano, la frase "la birra del leone" non ispira nulla...Ma tradotta in tedesco, ecco che essa diventa "Löwenbräu"...e che cos'era Löwenbräu se non il cognome di Marie? J

Dialogo tratto dall'epilogo alla fine dell'episodio 39:
{Marie} Huh? Mi chiedete cos'è successo a Sansone? Beh...Lui ha sposato me, Marienne Löwenbräu...

Una coincidenza? Difficile...Tra i tanti cognomi che potevano scegliere, è difficile che siano andati a pescare a caso quello in cui appariva la parola "leone"...e pure "birra", visto che in Evangelion scorre a fiumi, quindi gli autori non la disdegnano J

Tra le poche informazioni disponibili, si può aggiungere che all'Oktoberfest scorre a fiumi ed è lo sponsor di una squadra di calcio del Monaco 1860.

(Grazie mille a Matteo, ideatore dell'articolo)

 

La NeoAtlantide ed il nazismo:

Beh, direi che confrontando le immagini qui accanto, ricordando un pò quali fossero le basi di entrambe le dittature e le parole di entrambi i leader, non è poi così difficile associare le due organizzazioni, no?

Non credo sia una coincidenza che l'omake #2, "Questa è NeoAtlantide", sia completamente in bianco e nero. Notate inoltre i lunghi drappi calati dall'alto con, al centro, il simbolo tipico di entrambi inscritto in una circonferenza, il grande palco con migliaia di persone spettatrici....

Passando all'analisi delle rispettive ideologie, la figura di Argo richiama in certi aspetti quella di Adolf Hitler, avendo come obiettivo il riconoscimento della supremazia della propria "razza superiore" (atlantidea e ariana) su quella meno pura degli altri esseri umani ed aspirando al ruolo di "guida" del mondo. Se inoltre Argo mirava al ristabilirsi della civiltà atlantidea, disunita dopo la distruzione di Thartesos, Hitler andava avanti con il pangermanismo quale obiettivo.

Argo considerava l'arte di Atlantide superiore ed i commenti che fa sulle opere atlantidee nella sala del trono lo connotano come amante d'arte. Anche Hitler da giovane era stato un modesto artista e auspicava che Berlino, quale capitale del Terzo Reich, superasse le altre città anche in arte e architettura.

Hitler aveva molti legami con il mistero e con il misticismo, cercava il continente perduto di Agharti e si dice che cercasse la gemma caduta dalla corona di Lucifero (che egli considerava l'angelo buono che aveva avuto il coraggio di ribellarsi al male) dopo che fu sconfitto dall'arcangelo Michele. Argo era legato al misterioso continente di Atlantide e i satelliti che riflettono la luce della Torre di Babele si chiamano Michele e Lucifero, che è più in alto del primo.

Aggiornamento Novembre 2003:

Parlando di Hitler e l'occultismo si entra molto nel campo della speculazione. Infatti pare che fossero piuttosto Hess o Himmler ad essere attratti da certi argomenti ma in molti sono tuttora scettici su tutto il filone nazi-occulto. Comunque, Agartha (o Agarthi) non è propriamente un continente,ma un regno (o città) sotterraneo, la cui entrata sarebbe in Asia centrale, cercata per annu dallo sfortunato barone von Ungern-Sternberg (vedi quest'articolo del prof. Pio Filippani-Ronconi). Il suo sovrano sarebbe il "Re del Mondo" che ricorda un po' il ruolo di Atlantide nel capolavoro di Hideaki Anno. Infatti questo Re del Mondo (il cui capo è coperto da un cappuccio perchè il suo cranio è solo un teschio con occhi e lingua, un po' orrendo!) sarebbe la fonte di ogni sapere (e qui c'entra la sala del trono di Neo, con i capolavori che hanno "ispirato" gli uomini). Inoltre Agartha avrebbe tutta una serie di gallerie che la collegherebbero ad ogni luogo del mondo.

Entrambi, poi, basano il loro credo sul disprezzo per la democrazia e sull'idea di uno stato militare e gerarchico. A questo proposito, notare come, in un altro omake, i soldati neoatlantidei facciano il saluto nazista.

Infine, Argo voleva ricostituire il Regno di Atlantide mentre Hitler vedeva la "sua" Germania come erede del Regno di Prussia.

(Grazie mille a UFO, autore di parte dell'articolo, e Guido, autore dell'aggiornamento del Novembre 2003)

 

L'astronave di classe Adamski:

George Adamsky è, senza dubbio, il più famoso dei "contattisti" (termine del resto coniato proprio grazie a lui) , l'uomo terrestre che per primo sarebbe entrato in contatto diretto con gli alieni e che afferma di aver viaggiato sulle loro navi...beh, contento lui...La leggenda narra che nel novembre 1952, in una località dell'Ariziona, incontrò il pilota di un disco volante, proveniente da Venere.

E che c'entra questo con la sezione "Nadia e la Realtà"?

L'astronave che, presumibilmente, ha fatto da modello al Noè Rosso è infatti una di classe Adamski, chiamata così perchè si rifà alle [molto] sfocate fotografie (una delle quali è mostrata qui accanto) che George Adamski scattò negli anni '50 a presunte astronavi alieni grazie alle quali, sempre secondo la sua testimonianza, fu portato sulla Luna e su Venere...Peccato che queste foto fossero state realizzate da Adamski stesso utilizzando, ad esempio, tre lampadine incandescenti per incubatrici a mò di "stabilizzatori gravitazionali" (che si vedono, tra l'altro, anche nel Noè Rosso)... George Adamski

(Grazie mille a Nadège & Andrei!)

 

La stella Algol:

Vi sarebbe una corrispondenza tra il nome ARGOL e la stella ALGOL:

Algol (la stella Beta della costellazione di Perseo) è la più famosa variabile ad eclisse. L'astro, lontano 100 anni luce dalla Terra, è in realtà formato da una coppia di stelle che ruotano l'una intorno all'altra. Quando ad ogni rivoluzione la stella principale della coppia passa dietro al compagno meno luminoso si determina una vera e propria eclisse: quando i due astri si trovano affiancati Algol appare più luminoso, quando invece sono sovrapposti la luminosità complessiva diminuisce. Algol in arabo significa "l'occhio del demonio", e fa sospettare che anche nell'antichità ne fosse nota la variabilità, attribuita probabilmente all'influenza di uno spirito maligno.

(Grazie mille a Cherry Cat e Feo per una correzione)

 

La pietra azzurra e le macchine:

Il principio secondo cui l'attivazione di certe macchine (nel caso della serie, il Noè Rosso e la Torre di Babele) avvenga tramite un cristallo luminoso non è certo un'invenzione della Gainax. Attorno al 1930, un certo Edgar Cayce, medium di professione (...), affermò che il popolo di Atlantide utilizzava dei "raggi pietrificati" (quindi dei cristalli splendenti) per far funzionare diversi apparecchi. Questi "raggi" sarebbero stati inoltre utilizzati a fini bellici, come parti fondamenti di certe armi di distruzione che sfruttavano il potere del fuoco all'interno della Terra. Tutto ciò richiama la Torre di Babele della serie, ma anche i pesci meccanici in "Atlantis - L'impero perduto", attivati appunto da cristalli luminosi.

(Grazie mille a Nadège!)

 

L'aria è più leggera dell'acqua:

Dall'episodio 23:
(la cabina di salvataggio in cui si trovano Jean, Nadia, Marie & King è invasa dall'acqua)

{Nadia} Se restiamo qui, annegheremo!
{Jean} Ok...Apriamo il portello!
{Nadia} Ma aprendo il portello, l'acqua entrerà qui dentro! Persino Marie e King lo capiscono!
{Jean} No, no, no. Entrando l'acqua, contemporaneamente l'aria uscirà fuori, giusto?
{Nadia} ...e?
{Jean} Ed allora useremo questo (l'ombrello. N.d.Max). Visto che l'aria è più leggera dell'acqua, ci porterà in superficie. Imprigioneremo l'aria in quest'ombrello e ci getteremo fuori della cabina. L'acqua non entrerà sotto l'ombrello per via dell'aria. Potremo respirare fin quando arriveremo su.
Ok, questa è una nota un pò elementare...nel senso che una cosa del genere si studia proprio alle scuole elementari. J L'esperimento classico è quello di immergere in acqua un bicchiere vuoto rovesciato, notando come l’acqua non entri nel bicchiere.

Perché?

Proprio perchè in realtà il bicchiere non è vuoto ma è pieno d’aria. Se incliniamo il bicchiere, l’aria esce formando delle bolle che vanno verso l’alto perché l’aria è più leggera dell’acqua, come detto da Jean.

 

La Nuova Atlantide di Bacone:

"La Nuova Atlantide", oltre ad essere un mito che alimentò varie sette nell'Ottocento, è anche il titolo di un'opera del filosofo inglese Francis Bacon (1561-1626), composta negli ultimi anni della sua vita e pubblicata postuma nel 1627.

Dal Manuale di Storia di Filosofia di Adorno-Gregory-Verra si legge che:

"...Nuova Atlantide, scritto utopistico di estremo interesse. Nell'immaginaria Bensalem, mitica città di cui Bacone descrive la vita e l'organizzazione civile e scientifica, gli uomini vivono secondo un ideale etico volto a promuovere la conoscenza della natura e il miglioramento della condizione umana; al vertice dell'organizzazione di Bensalem sta la Casa di Salomone, collegio di scienziati operosamente impegnato in una ricerca di opere utili all'uomo. Questo collegio di scienziati ha per fine "la conoscenza delle cause e dei segreti moti delle cose allo scopo di allargare i confini del potere umano verso la realizzazione di ogni possibile obiettivo". Per raggiungere questo fine, scienziati e tecnici hanno a disposizione nella Casa di Salomone ambienti naturali e artificiali (caverne e laghi, parchi e allevamenti di animali, ecc.), laboratori e fabbriche, gabinetti ottici, officine; al vertice di tutta l'organizzazione politica e scientifica sono collocati gli "Interpreti della natura" con il compito di innalzare "le prime invenzioni, mediante esperimenti, in più vaste osservazioni, assiomi ed aforismi."

Da un altro testo di filosofia, (N.Abbagnano, Storia della Filosofia, UTET), poi...

"Ma questo uomo ambizioso ed amante del denaro e del fasto ebbe un'idea altissima del valore e dell'utilità della scienza in servizio dell'uomo. Tutte le sue opere tendono ad illustrare il progetto di una ricerca scientifica che portando il metodo sperimentale in tutti i campi della realtà faccia della realtà stessa il dominio dell'uomo. Egli voleva rendere la scienza attiva e operante in servizio dell'uomo e la concepì diretta alla costituzione di una tecnica che doveva dare all'uomo il dominio di ogni parte del mondo naturale. Quando nella Nuova Atlantide volle dare l'immagine di una città ideale, ricorrendo al pretesto, già adoperato da Tommaso Moro nell'Utopia, della descrizione di una isola sconosciuta, non si fermò a vagheggiare forme di vita sociali o politiche perfette, ma immaginò un paradiso della tecnica dove fossero portati a compimento le invenzioni ed i ritrovati di tutto il mondo. E difatti in questo scritto (rimasto incompiuto) l'isola della Nuova Atlantide è descritta come un enorme laboratorio sperimentale, nel quale gli abitanti cercano di conoscere tutte le forze nascoste della natura "per estendere i confini dell'impero umano ad ogni cosa possibile". I numi tutelari dell'isola sono i grandi inventori di tutti i paesi; e le sacre reliquie sono gli esemplari di tutte le più rare e grandi invenzioni."

Insomma, Nuova Atlantide è da allora il termine che delinea l'ideale filosofico di società dedita alla scienza... Fiori artificiali, scudi di tectite, scienza come mezzo per il dominio su tutto... Sì, direi che ci siamo!

(Grazie mille a Setzer, autore dell'articolo!)



Copyright© Max 2002. All rights reserved ®

Il materiale qui riportato non è a scopo di lucro però gradirei che l'utilizzo del materiale qui presente rimanesse nell'ambito del personale (e non per la creazione di altri siti sullo stesso argomento). Abbiate almeno rispetto per tutto il tempo che ho impiegato.